C-star: la nave anti-immigrati soccorsa da una nave di una ONG AGGIORNAMENTO

Continua l’epopea tragicomica della nave di estrema destra C-Star dell’organizzazione Defend Europe.

Dopo essere stata fermata, in ordine, in Egitto perché senza documenti idonei per la navigazione in acque internazionali, a Cipro perché aveva a bordo venti cittadini cingalesi sprovvisti di documenti (cinque di loro hanno poi chiesto tutela internazionale dichiarando di aver addirittura pagato per salire a bordo) e dopo essere stata accusata da Famiglia Cristiana di avere un ruolo nell’inchiesta sulla nave Iuventa, oggi la nave anti-immigrati subisce un’ulteriore colpo mediatico: sta per venire soccorsa da una nave di un’Ong che soccorre i migranti.

Questo è il tweet dell’organizzazione umanitaria tedesca Sea-eye che si è detta assolutamente disponibile al soccorso “regardless any beliefes”.

La risposta, imbarazzata, di Defend Europe è in questo tweet:

 

AGGIORNAMENTO:

 

L’equipagio della C-Star ha rifiutato l’aiuto proveniente dalla nave Sea-Eye che era stata mandata sul posto dal MRCC (Maritime Rescue Coordination Centre) poiché era la nave più vicina.

Sea-Eye si è quindi allontanata ritornando in zona SAR sempre su indicazione del MRCC.

Commenti

commenti