Casa dei Vettii: riaperta a Pompei dopo un decennio

Gli affreschi erotici della Domus potranno essere nuovamente ammirati

Dopo 12 anni di chiusura, è stata finalmente riaperta la Casa dei Vettii a Pompei. La celebre domus, ricca di affreschi mitologici ed erotici, era interdetta al pubblico per problemi strutturali.

Questi problemi rendevano mutila la visita del più importante sito archeologico del Sud Italia.

L’inaugurazione, che si è tenuta qualche giorno fa con la partecipazione del Premier Paolo Gentiloni insieme al Ministro dei Beni Culturali Dario Franceschini, ha riportato alla luce alcuni degli ambienti più belli di Pompei.

Grazie ai lavori strutturali di consolidamento, la Casa dei Vettii sarà finalmente accessibile ai milioni di turisti che visitano ogni anno le antichità romane. In particolare, sarà possibile camminare nell’atrio e negli ambienti circostanti ed osservare gli splendidi affreschi mitologici del triclinio.

È stata restaurata anche l’immagine di Priapo, posta all’ingresso della casa. Il dio-simbolo del benessere e dell’abbondanza era il protettore della famiglia, costituita da liberti che si erano arricchiti grazie al commercio.

La Domus era quindi una delle più lussuose della città e ciò rendeva assolutamente necessaria la riapertura.

Dopo 12 anni, la bellezza della Casa dei Vettii è di nuovo a disposizione e si spera che il restauro si concluda anche per numerose altre antichità, come quelle di Ercolano e Stabia.

 

Commenti

commenti