Affronte (M5s) passa ai Verdi: “Nel MoVimento si sta troppo zitti”. La replica “Dimettiti”

ROMA, 11 GEN – “Prime defezioni in Europa: i Verdi italiani danno il benvenuto all’europarlamentare Marco Affronte, ex M5s, che stamane ha aderito al gruppo europeo dei Verdi”. A renderlo noto è Angelo Bonelli, portavoce dei Verdi. L’eurodeputato grillino ha lasciato il gruppo M5S dopo il caos del fallito accordo con Alde.

Adesso rischia una penale di 250mila euro. Il codice di comportamento del M5S Europa prevede la ‘salata’ sanzione “sia in caso di condanna penale sia nell’ipotesi in cui venisse ritenuto gravemente inadempiente al rispetto del codice di comportamento”. La somma, si legge ancora, verrà data in beneficenza. Resta da vedere se Affronte verrà giudicato gravemente inadempiente. Ma il rischio è alto.

Il Codice stabilisce che “i deputati del M5S al Parlamento europeo non dovranno associarsi ad altri gruppi politici, se non per votazioni su punti condivisi”. E, solo, “laddove si manifestasse la possibilità di costituire in seno al Parlamento europeo un gruppo politico con deputati di altri Paesi europei che condividano i valori fondamentali del M5S verrà fatto su proposta di Beppe Grillo, in qualità di capo politico del M5S, e ratificata tramite votazione in Rete da parte degli iscritti al M5S”

La maggior parte degli utenti critica la scelta di Affronte, tacciandola di incoerenza. Pochi i commenti solidali. “Mi dispiace, ma hai sottoscritto una promessa all’atto della candidatura e pertanto se decidi di lasciare il Movimento ti devi dimettere”. Dal suo canto l’Eurodeputato ha commentato: “So che c’è del malumore, ma in questi giorni ho pensato solo a me per cercare di fare la scelta più giusta. La cosa che mi fa più male è lasciare i miei compagni che sono persone straordinarie”

Commenti

commenti