News, Informazione, Politica

Alessando Cannavacciuolo: l’eroe della terra dei fuochi a cui Grillo chiuse le porte in faccia

Napoli, giunge al termine il Processo Carosello che vedeva i fratelli PelliniSalvatore, Giovani e Cuono– imputati per il reato di inquinamento ambientale.

La Suprema Corte di Cassazione condanna i fratelli Pellini a sette anni di reclusione per reati ambientali, perpetuati nel comune di Acerra. Il rischio che il processo andasse in prescrizione era alto ma, Alessandro Cannavacciuolo, 29 anni di Acerra, ce l’ha fatta: ha vinto la sua battaglia contro la criminalità organizzata. Alessandro Cannavacciuolo, impegnato da sempre sul territorio nella lotta contro la criminalità organizzata, cominciò la sua battaglia contro i fratelli Pellini quando decise di denunciarli per reati ambientali perpetuati nel Comune di Acerra. Tra minacce e denunce per diffamazione presentate dai fratelli Pellini, Alessandro ha portato avanti la sua battaglia con coraggio e determinazione, e l’ha vinta. Salvatore, Giovanni e Cuono Pellini sono stati condannati in via definitiva a 7 anni di reclusione per aver interrato rifiuti nelle campagne acerrane. Tra i primi a dare la notizia, diversi esponenti del MoVimento5stelle e lo stesso meetup di Acerra. Peccato però che lo staff di Grillo negò al Cannavacciuolo la gioia di poter concorrere alla carica di Primo Cittadino del Comune di Acerra, perché destinatario di una denuncia per diffamazione presentata da uno dei fratelli Pellini. Alessandro Cannavacciuolo infatti, definì Assassino uno Pellini e lo staff di Grillo, a seguito della denuncia del Pellini, in osservanza del regolamento interno, lo bollò come incandidabile.

Alessandro Cannavacciuolo, tramite un post facebook, tiene però a sottolineare che nonostante non abbia potuto concorrere alla carica di Sindaco sotto la bandiera del MoVimento5Stelle, non si è mai allontanato da questo.

Smentisco categoricamente ogni affermazione che vedono me contrapposto al M5Ssi legge nel post– Credo fermamente nel progetto locale e nazionale.
Quando mi sono iscritto al movimento ho accettato e condiviso tutti i valori,quali legalità e onestà e le sue regole ed ho trovato sempre appoggio dal M5S.

Commenti

commenti