Basket Serie A, Trento aggancia Milano sul 2 a 2

Finali in parità e fattore campo dominante sino ad ora

In attesa del colpo esterno, una vittoria fuori casa che spezzi l’equilibrio sin qui delineatosi con l’EA7 Emporio Armani Milano in chiaro e netto controllo della serie quando impegnata sul parquet di casa, come dimostrano le due vittorie in doppia cifra nelle prime due gare di questa serie di finale, e con la Dolomiti Energia Trentino invece in grado di impattare sul 2 a 2 sprigionando sul suo appassionato parquet di casa quelle doti di atletismo a tutto campo e difesa abrasiva che costituiscono il marchio di fabbrica della compagine allenata da coach Maurizio Buscaglia, alla seconda finale scudetto consecutiva dopo quella persa contro Venezia la scorsa stagione.

Riassunto della serie:

Gara1, 98 a 85 in favore di Milano dinanzi al pubblico del Mediolanum Forum. Mvp della gara Andrew Goudelock con 26 punti in 29 minuti di gioco, 10/16 dal campo e 6/10 nelle triple. A dargli manforte il centro da Arizona University Kaleb Tarczewski autore di una fisica prova da 14 punti, 9 rimbalzi e 27 di valutazione complessiva e il vero cervello della compagine milanese allenata da coach Simone Pianigiani vale a dire la point forward serba Vlado Micov protagonista di 16 punti e 5 assist senza palle perse. Resistenza trentina affidata al talento sotto controllo di Shavon Shields autore di 31 punti e 5 assist con un notevole 12/19 dal campo e 31 di valutazione.

Gara2, 90 a 80 in favore di Milano sempre sul parquet del Mediolanum Forum. Mvp della partita la guardia americana Curtis Jerrels con 27 punti in 28 minuti di gioco, 10/16 dal campo e 5/8 da 3 punti. A spalleggiarlo il solito Goudelock autore di 25 punti con 5/11 da 3 punti ed il solido centro lituano Gudaitis con 11 punti, 9 rimbalzi e 3 stoppate. Per Trento 18 punti di Joao ‘Betinho’ Gomes e 17 di Shavon Shields.

Gara3, 72 a 65 in favore della Dolomiti Energia Trentino dinanzi al pubblico della BLM Group Arena. Mvp della gara per i ragazzi di coach Buscaglia da dividere tra Dustin Hogue e Dominique Sutton, i due giocatori il cui trascinante atletismo definisce in maniera sostanziale lo stile di gioco aggressivo per non dire abrasivo degli ultimi due anni di basket in quel di Trento. Doppia doppia per entrambi, 18p e 10r per Hogue mentre Sutton mandava a referto 19p e 10r. Milano, che dopo essere andata nettamente sotto, riusciva ad arrivare ad un possesso di distanza senza mai però completare davvero la rimonta, registrava i 13 punti a testa dei suoi due migliori realizzatori di serata, Jerrels ed il lettone Dairis Bertans.

Gara4, 77 a 74 in favore di Trento sempre dinanzi al pubblico della BLM Arena. Mvp della partita un mostruoso Shavon Shields autore di 31 punti (come già in gara1 ma lì si era trattato di un c.d. losing effort) tirando 11/13 da 2 e 9/10 ai liberi senza triple a bersaglio 0/3 condendo il tutto con 8 rimbalzi e 3 assist per una valutazione complessiva di 39. Milano prova a scappare in almeno due occasioni nel corso del primo tempo ma Trento chiude il secondo quarto in crescendo e portandosi dietro all’intervallo uno svantaggio di soli 5 punti. Decisivi i primi 5-6 minuti dell’ultimo quarto in cui Trento scava il solco grazie alla difesa ed alle soluzioni offensive di un sorprendente quintetto Forray-Gutierrez-Shields-Silins-Betinho generando un parziale da cui Milano non si riprenderà più se non negli ultimi due minuti di gioco a conti già chiusi passando da uno svantaggio in doppia cifra al -3 della sirena finale. E così serie sul 2 a 2. Si ricomincia domani sera, a Milano.

*Dopo 3 partite ad ammuffire, scongelato Abass: 8 minuti in campo senza prendere tiri ma portando energia a bizzeffe come dimostrano i 4 rimbalzi di cui 2 in attacco tirati giù dallo swingman azzurro. +13 di plus/minus per Abass. Un consiglio per l’anno prossimo: cambiare squadra.

**Ma Shavon Shields un two-way contract in Nba, no?

           

Commenti
Caricamento...
Inline
Inline