Calenda chiede il “conto” sul Pil a Di Maio

Pil, Calenda: “Ho chiesto a Di Maio di fare il punto su investimenti privati”.

Carlo Calenda a margine di un evento a Roma in cui ha presentato il suo manifesto “Siamo europei”,  ha qualcosa da ridire sull’operato del ministro del Lavoro e vicepremier, Luigi Di Maio.  In particolare, gli contesta l’allontanamento dall’Europa e lo invita a fare il punto della situazione sugli investimenti privati.

“Peggiora il divario con l’Eurozona, stiamo peggiorando rispetto agli altri. Perdiamo posti fissi, l’opposto di quello che si diceva sarebbe successo col dl Dignità. Va messo in campo un piano di stimoli agli investimenti privati rapidissimo.”

E poi aggiunge:

“Nell’ultima recessione quasi un quarto del comparto manifatturiero in Italia è scomparso. È una tragedia. Per questo ho detto al ministro Di Maio, che come al solito non ha risposto, che sono a disposizione per fare un punto e cercare di trovare insieme una soluzione per le imprese, per quella che è la mia esperienza”.

Conclude così il suo riferimento alla situazione economica.

Commenti
Caricamento...