Casandrino. Sequestrata una fabbrica per lavoro nero

Casandrino. Continuano le Operazioni di controllo del territorio e di contrasto alle illegalità da parte delle Forze dell’Ordine.

Nei giorni scorsi, a Casandrino, i Carabinieri della Compagnia di Giugliano, diretti dal Capitano Antonio De Lise impegnati in un’attività di servizio straordinario del territorio, insieme ai Militari della Stazione di Grumo Nevano, diretti dal Maresciallo Antonino Bruno, hanno posto sotto sequestro un opificio di proprietà di un 40enne di origini  bengalesi.

Nella struttura, specializzata nella produzione e nel  confezionamento di abiti da uomo, è stata rilevata la presenza di ben  13 operai di origine bengalese che, al momento del blitz, risultavano nel pieno della propria attività lavorativa.

Dai controlli delle forze dell’ordine e del personale dell’Asl Napoli 2Nord, sono emerse una serie di violazioni. Gli operai lavoravano in condizioni igieniche precarie e, le attrezzature presenti nella struttura, erano sprovviste di certificazioni di manutenzione tecnica. All’interno dei locali inoltre, non era presente  una cassetta di pronto soccorso idonea all’attività lavorativa svolta. Il titolare bengalese è stato deferito in stato di libertà e sanzionato per 15mila euro. La struttura,  è stata sottoposta a sequestro penale.

Commenti
Caricamento...