Segnala a Zazoom - Blog Directory

Congresso Pd, De Luca prende le distanze: «Se la mia garanzia non basta, non voglio altre distrazioni»

In occasione dei dieci anni dalla costituzione del Pd, Vincenzo De Luca, tenta di prendere le distanze dal congresso provinciale e dalle beghe interne ai dem napoletani.

Al Teatro Eliseo, ex e nuovi segretari festeggiano i dieci anni della nascita del Pd. In tale occasione Vincenzo De Luca, tenta di prendere le distanze dal congresso provinciale e dalle beghe interne ai dem napoletani.

Il governatore scrive in un post su Facebook:

In merito alle vicende del partito di Napoli, preciso che mi era stato chiesto da più parti di svolgere un lavoro di garanzia e di ricerca di un candidato unitario alla segreteria del Pd. Un candidato che rispondesse all’esigenza di rilancio politico, di vicinanza agli amministratori, di apertura a nuove forze e nuove energie. L’ipotesi da me individuata, sottoposta peraltro al segretario nazionale del partito, rispondeva a questa esigenza. A Napoli, alcune componenti hanno deciso diversamente. Il mio ruolo di garanzia finisce qui.

Svela, inoltre, che il nome di Pasquale Granata è stato individuato da lui e proposto a Matteo Renzi, ma c’è chi ha voluto far “guerra” e continua:

Invito tutti a non associare più il mio nome alle vicende interne del Pd di Napoli. Siamo talmente impegnati nel lavoro di rilancio della Regione da non poterci consentire inutili distrazioni.

In merito, interviene Nicola Oddati che dice:

Sottoscrivo la dichiarazione di De Luca dalla prima all’ultima parola. Siamo noi che dobbiamo costruire un partito leale verso chi è impegnato nel difficile sforzo di governare questo territorio. De Luca ha cercato un candidato unitario, io sapevo di essere un candidato di parte. Il clima deve essere buono lo stesso ma, siamo chiari, è un congresso di divisione, tutto interno alla maggioranza renziana. Che non è stata mai riunita per cercare una condivisione. Ora siamo in tre, ognuno metta in campo una sua autonomia di pensiero. Serve un candidato che faccia il segretario di tutti, non che obbedisca a ordini di scuderia. Questo è il motivo della mia candidatura.

Colei che risponde direttamente a De Luca è Ilaria Esposito, segreteria dei Gd napoletani, orlandiana:

A quanti ci hanno chiesto il perché del nostro impegno, abbiamo sempre risposto che “siamo un partito plurale”, per questo motivo a chi proprio nel giorno dell’anniversario della nascita del Pd definisce i nostri appuntamenti di riorganizzazione interna “un’inutile distrazione” la risposta migliore da dare è il nostro impegno e la nostra lotta.