Segnala a Zazoom - Blog Directory

Di Maio si discosta dalla Casaleggio associati e dalla Raggi

Luigi Di Maio a 'La Stampa': Non firmerò nessun contratto con la Casaleggio

Il candidato premier del M5S scrive a ‘La Stampa’, in risposta ad un articolo riguardo la firma sul codice di comportamento siglato per i pentastellati dalla Casaleggio Associati.

Di Maio, pur difendendo il codice di comportamento, a cui ha apposto la propria firma anche il sindaco di Roma, Virginia Raggi, se ne discosta:

Non firmerò nessun contratto, renderò conto del mio operato solo ai cittadini, quelli che ci avranno votato ma anche quelli che non saremo riusciti a convincere, e l’unica stella polare da seguire sara’ il programma del MoVimento 5 Stelle.

 

Il vicepresidente della Camera spiega che la scelta è del tutto autonoma:

Non è mai stato inteso come una restrizione della loro libertà d’azione, ma piuttosto come una garanzia per gli elettori: in quel codice, di fatto, c’è scritto che il mandato dei cittadini non deve essere tradito e che non sono ammessi cambi di casacca

Di Maio infine allarga i propri orizzonti, come sempre, al programma politico del M5S:

Un punto del nostro programma è l’introduzione del vincolo di mandato: chi tradisce il patto con gli elettori non manterrà la poltrona passando ad un’altra forza politica, ma andrà a casa.

Infine paragona l’operato pentastellato agli altri gruppi politici:

Il taglio dei nostri stipendi e la rinuncia a privilegi della politica e ai rimborsi elettorali non sono slogan.
Sono promesse che abbiamo mantenuto e che misurano la forza della nostra coerenza in un momento storico in cui la politica italiana offre personaggi come Renzi, Berlusconi e Salvini che hanno promesso cose che poi non hanno mai fatto.