Di Maio: “I francesi sono nostri amici”

Di Maio spiega le  ragioni del suo incontro con i gilet gialli affermando che la Francia è un paese amico.

Dopo le tensioni che hanno portato la Francia a richiamare il proprio ambasciatore dall’Italia a causa dell’incontro tra Luigi Di Maio ed alcuni esponenti “gilet gialli’, ecco che arriva il chiarimento da parte dello stesso ministro del lavoro:

“la prima cosa che vorrei ribadire con forza è che l’Italia e il governo italiano considerano la Francia un paese amico e il suo popolo, con la sua millenaria tradizione democratica, come un punto di riferimento, a livello mondiale, nelle conquiste dei diritti civili e sociali

Questo quanto  ha scritto Di Maio sul quotidiano francese Le Monde. Poi continua affermando di non essere comunque sorpreso dal malessere espresso dal popolo francese per lo smantellamento di alcuni diritti: colpa da non imputare solo ed esclusivamente attuale esecutivo d’oltralpe:

 “Per questa ragione ho voluto incontrare i rappresentanti dei gilet gialli e della lista RIC, perché non credo che il futuro della politica europea sia nei partiti di destra o di sinistra. Le divergenze politiche e di visione tra i governi francese e italiano non devono interessare lo storico rapporto d’amicizia che unisce i nostri due popoli e i nostri due Stati”

Commenti
Caricamento...