Il futuro degli smartphone? Pieghevole

Compriamo un telefono e già diventa obsoleto dopo pochi mesi. E questo è un cruccio di cui i patiti della tecnologia hanno modo di lamentarsi. Per non parlare degli smanettoni del gaming che necessitano di dispositivi sempre più performanti per le loro imprese ludiche.

Quella che si preannuncia da qualche anno a questa parte è però una vera e propria rivoluzione nel mondo degli smartphone. Un cambio di rotta che potrebbe far esclamare a tutti quello che possiedono un dispositivo elettronico di ultima generazione: Lo voglio!

L’oggetto in questione rappresenta il futuro degli smartphone, un passo in avanti rispetto agli schermi tradizionali che diventeranno presto, ce lo auguriamo, pieghevoli e permetteranno di sfruttare i nuovi telefoni smart sia come quelli tradizionali che come i molto più comodi tablet. Un due in uno che farà la gioia di molti, a patto che i rumor siano finalmente confermati dalla tanto agognata uscita in commercio. Perché i rumor sono come i trailer cinematografici, alla lunga stufano.

L’azienda che più di tutte si è data da fare per aumentare le voci sull’imminente arrivo di uno smartphone pieghevole è stata la Samsung. Leader nella produzione mondiale di dispositivi elettronici, il colosso coreano potrebbe presentare (condizionale d’obbligo) al prossimo Mobile World Congress che si terrà a Barcellona a Febbraio del prossimo anno, il primo smartphone pieghevole della storia. L’oggetto in questione, soprannominato senza falsa modestia Winner, avrà da chiuso, utilizzando cioè un solo schermo, una diagonale di 7 pollici. Da aperto le dimensioni raddoppieranno per la gioia di tutti i suoi possessori. Ma sarà davvero così rivoluzionario?

La risposta potrebbero darcela gli appassionati di gaming su cui la casa di produzione asiatica ha puntato parecchio, depositando lo scorso Gennaio un brevetto (ufficiale) per un progetto di smartphone pieghevole dedicato agli appassionati di giochi. In particolare questi dispositivi faranno l’occhiolino ai gamer di multiplayer là dove i vantaggi di uno schermo più grande, ma anche meno ingombrante sono evidenti. Qualche esempio? Pensiamo ai così diffusi esport, gli sport elettronici, e ai tornei ufficiali che potranno essere svolti con maggiore comodità dagli utenti dal loro nuovo smartphone pieghevole. I giochi ci sono già e i dispositivi in questione sembrano sul punto di arrivare. Altro impiego sempre in campo ludico potrebbe essere quello nei tornei di poker che si svolgono in sessioni multi-tavolo e che via mobile potranno essere giocati con più facilità dai nuovi smartphone. Vantaggio non da poco, come sanno bene i gamer professionisti, quando ci troviamo a gestire più tavoli contemporaneamente. Una rivoluzione dunque non solo per gli utenti, per le case di produzione, ma anche per sviluppatori e piattaforme di gaming che potranno proporre grazie ai nuovi dispositivi giochi da mobile in un settore che ha conosciuto negli ultimi anni una crescita continua.

E gli altri produttori? Di certo Huawei, LG, Xiaomi e Oppo non se ne stanno con le mani in mano. Il colosso cinese ha deciso di raccogliere il guanto di sfida della Samsung e potrebbe addirittura battere sul tempo i coreani. Tutto questo grazie all’acquisizione della Beijing Oriental Electronics che produce schermi OLED e che progetterà i prossimi schermi pieghevoli per la Huawei. LG, stando alle fonti, avrebbe già messo in produzione una propria linea di schermi flessibili ponendosi in diretta concorrenza con la connazionale Samsung. Uno scontro tra titani di cui attendiamo con ansia il vincitore. E per finire Xiaomi e Oppo, aziende cinesi che starebbero progettando i tanto agognati schermi di ultima generazione per metterli sul mercato nel 2019 o al più tardi 2020. In questo caso il fornitore di riferimento sarebbe la stessa LG, ma sembra che già all’interno dell’azienda stiano sviluppando questa nuova tecnologia autonomamente.

Si tratta insomma di una corsa contro il tempo che ha visto negli ultimi anni annunci su annunci accrescendo le aspettative del pubblico che sembra ormai pronto ad acquistare i nuovi smartphone che comunque non saranno proprio alla portata di tutti. I nuovi dispositivi sono infatti pensati per una ristretta nicchia di consumatori, anche se siamo certi che passerà poco tempo, come spesso accade per le nuove tecnologie, prima che ognuno di noi possa finalmente contare su questi futuristici dispositivi.

Commenti
Caricamento...