L’Europarlamentare Italiano più attivo? E’ Nicola Caputo

Siamo ormai abituati e quasi assuefatti alle statistiche che mostrano l’Italia come fanalino di Coda in Europa, ma, come troppo spesso l’esperienza ci dimostra, ogni regola ha le sue eccezioni.

Il monitoraggio di “Vote Watch”, finalizzato a monitorare l’attività degli europarlamentari, ha evidenziato dati alquanto interessanti: sebbene l’Italia, nel suo complesso, non sia piazzata benissimo nella classifica delle partecipazioni alle votazioni, collocandosi infatti 19esima su 28 paesi, vanta non poche eccellenze tra i ben 72 rappresentati che siedono tra i banchi del Parlamento Europeo.

Primo tra tutti è Nicola Caputo, Europarlamentare del Partito Democratico, rappresentante della circoscrizione Sud, il quale risulta presente al 99,63% delle votazioni in aula. Ma nonostante l’incredibile risultato, non abbiamo di che sorprenderci: L’eurodeputato Caputo aveva infatti già vinto i MEP Awards del 2016 nella categoria Agricoltura, acquisendo  il titolo di Europarlamentare più attivo d’Europa.

Dopo una legislatura ricca di battaglie, con ottimi risultati portati a casa, tra tante quella per il ripristino dei dazi verso il riso cambogiano per tutelare la produzione dei risicoltori italiani, e il suo costante impegno nella battaglia contro l’Autismo in commissione Sanità,  Nicola Caputo potrebbe essere pronto a ricandidarsi alle prossime elezioni europee, forte dell’impegno che è consapevole di aver profuso nell’intento di portare più Sud in Europa e più Europa al Sud, citando un suo slogan.

Non abbiamo che da augurargli buona fortuna, e sperare che il suo impegno e la sua dedizione possano essere ad esempio dalle nuove generazioni di politici, così da risollevare, una volta e per tutte, la reputazione della classe politica italiana.