Napoli: Si può dare di più ma fino a un certo punto

Inter Napoli 0 - 0

Sembra più polvere che altare e non è giusto. In un campionato dove la Juventus màcina il record dei punti, lo zero a zero a Milano contro una ritrovata Inter non può e non deve essere considerato un risultato negativo. Certo, l’obiettivo scudetto è sempre meno probabile ma poco importa. Una squadra diventa grande prima di tutto mentalmente.

Si pensi alle prossime tre partite. Il Napoli deve affrontare Genoa, Sassuolo, Chievo (due in casa, i veronesi fuori). La Juventus, invece, se la vedrà con Atalanta (recupero), Spal, Milan, Benevento, match interrotti dagli impicci champions. Se il Napoli conquisterà nove punti, cosa potremmo mai rimproverare agli atleti azzurri? Ma prima bisogna guadagnarseli, i nove punti. Vale anche per i bianconeri. Questa volta mister Gasperini non avrà alibi, dovrà schierare la miglior formazione e smentire tutti quelli che dicono che l’Atalanta è un servo sciocco della Juve.

Insomma, fratelli azzurri, non è finita perché non è finita. Mancano tante partite e abbiamo il dovere di crederci. Se poi la squadra di Allegri batterà anche Milan, Roma e Inter… chapeau! Non voglio smentire il trio Morandi Tozzi Ruggeri, è vero che si può dare di più, ma fino a un certo punto.

Le citazioni non mi piacciono, sono uno sfoggio di culturicchia da parte di chi parla e scrive, però stavolta ci azzecca: “ad impossibilia nemo tenetur”, ovvero: non si possono chiedere a Sarri e ai suoi cose impossibili. E poi c’è sempre la vera e propria “finale scudetto”, Juventus Napoli del 22 aprile prossimo. Là ci potremo divertire (o intossicare, eh).

Per non perdere il buonumore, le solite notizie che, invece, non ci azzeccano però (forse) portano bene. Giovanissimi 2003, la squadra di Pederboy pareggia 2 a 2 con la Puteolana 2009, seconda in classifica. Peccato perché si vinceva 2 a 0.  Espulso l’ottimo Celentano per fallo di reazione, in 10 contro 11 i ragazzi si sono fatti rimontare. Ciò nonostante, sono quinti in classifica, diciamo….in zona champions! E ieri a pranzo una linguina alle vongole che poteva andare davanti al Re, Anzi, davanti a Di Maio, Salvini e Renzi. Magari trovavano un accordo.  Sempre forza Napoli

 

 

 

Commenti
Caricamento...