NBA, lo stato delle cose: il punto sulla eastern conference

THAT'S WHY WE PLAY/TALK/WRITE

Atlanta Hawks, 3 vinte e 7 perse. Terzultimo attacco e ventiduesima difesa. Squadra disegnata per un altro, profondo, giro in lotteria. Buone notizie da Trae Young, che poi è quello che conta. Per lui, in 10 partite, 19 punti ed 8 assist di media. 43,6% dal campo, più che buono per una rookie point guard di quella taglia. Sorprende la pessima percentuale da 3 punti: 28,6% su 6.3 tentativi di media a partita. Un po’ troppe anche le 4 palle perse di media. Impressiona invece il 53,8% da 2 punti su 9.3 tentativi a partita. Ancora assente John Collins.

Boston Celtics, 6 vinte e 4 perse. Miglior difesa Nba ma quartultimo attacco. Ventiseiesima per percentuale complessiva dal campo ma quattordicesima per percentuale da 3 punti, penultima per numero di liberi tentati e terzultima per numero di liberi segnati. Diciannovesima per assist di media a partita (23.6) Convivenza Brown-Hayward-Tatum in attesa di trovare chimica adeguata.

Brooklyn Nets, 5 vinte e 6 perse. Dodicesimo miglior attacco Nba e quindicesima difesa. Nona miglior squadra per percentuale complessiva da 3 punti, terza per triple segnate e seconda per triple tentate. Ventiquattresima per palle perse. Inizio di stagione tutto firmato Caris LeVert. 20.5 punti, 4.6 rimbalzi, 3.9 assist e 1.5 palle recuperate. 49% dal campo e 35% da 3 punti in 31.5 minuti. L’altro giovane perno della squadra è il centro Jarrett Allen: 7.8 rimbalzi e 1.8 stoppate in 26.3 minuti di media. Impressiona il 55% da 3 punti di Joe Harris. Indecifrabile Russell.

Charlotte Hornets, 6 vinte e 5 perse. Quarto miglior attacco Nba e decima miglior difesa. Messa così, impressionante. Decima per percentuale complessiva dal campo e decima pure per percentuale da 3 punti. Settima a rimbalzo, quarta negli assist e prima nelle stoppate. L’uomo copertina, ovviamente, Kemba Walker. 28 punti e 6 assist a partita col 47% dal campo ed il 40% da 3 su più di 10(!!) tiri da 3 tentati a partita. 61,5 di true shooting percentage. Rotazione lunghi rivoluzionata dal nuovo coach James Borrego: Biyombo e Kaminsky seduti per motivi opposti e convergenti, titolare Zeller con Hernangomez cambio. Consistenti minuti da centro pure per Marvin Williams. Kidd-Gilchrist usato esclusivamente da numero 4.

Chicago Bulls, 3 vinte e 8 perse. Ventunesimo attacco e venticinquesima difesa. Zach LaVine in grande splovero, voglioso di dimostrare di valere i soldi ricevuti malvolentieri dai Bulls quest’estate. 28 punti a partita col 47% dal campo ed il 35% da 3. Esplosività ritrovata: 8.3 tiri liberi tentati a partita. Un’enormità. Onore al merito. Bene il rookie Carter. 2.7 assist e 1.8 stoppate di media in 26 minuti. Perplessità Jabari Parker vs rivelazione Antonio Blakeney. Infortuni come se piovesse: Markkanen, Portis, Dunn e Valentine tutti fuori e non per poco.

Cleveland Cavaliers, 1 vinta e 9 perse. Penultimo attacco Nba e peggior difesa. Il chaos regna sovrano. Squadra imperniata su Love (con annessa faraonica estensione contrattuale) ed il rookie Sexton. Dopo 10 partite, Love già rotto e Sexton senza squilli. Hill-Smith-Korver desiderosi di nuove avventure. Thompson parla troppo. Coach Lue sollevato dal suo incarico. Cedi Osman in cerca di mira.

Detroit Pistons, 4 vinte e 5 perse. Tredicesima difesa Nba ma ventiseiesimo attacco. Penultima nella lega per percentuale da 3 punti ed ultima per assist. Detroit è un one-man show con la partecipazione di Drummond&Jackson. Ottimo avvio di stagione per Black Griffin: 28 punti, 11 rimbalzi e 5 assist col 49% dal campo e più del 42% da 3 su 6 tentativi a partita. Pure 8.4 liberi tentati a partita. Tanta roba. Al momento, Griffin è il traino totale della squadra. In attesa di Jackson.

Indiana Pacers, 7 vinte e 4 perse. Quinta miglior difesa Nba e tredicesimo miglior attacco. Quinta per percentuale dal campo e quinta pure per percentuale da 3 punti. Come già l’anno scorso, è la squadra di Oladipo. Principio e fine di ogni discorso cestistico in quel di Indianapolis. Eppure, il miglior giocatore dei Pacers in questo avvio non è Oladipo bensì Domantas ‘figlio di Arvydas’ Sabonis. Viene il dubbio che il centro cui dare 20 milioni l’anno fosse/sarà il baltico e non Turner.

Miami Heat, 4 vinte e 5 perse. Quindicesimo attacco e quattordicesima difesa. Sempre pendente il famoso scambio per acquisire i servigi di Jimmy Butler, sono due swingmen i migliori giocatori di Miami sino ad ora. Josh Richardson, indiziato di finire in Minnesota: 21.4 punti di media col 41% da 3 punti su più di 7 tentativi a partita. Poi, Rodney McGruder con 14 punti e 6r di media tirando il 46,7% da 3.

Orlando Magic, 4 vinte e 6 perse. Penultimo attacco Nba e diciannovesima difesa. Pessimo net rating a -8.8 e record attuale migliore di quanto in realtà prodotto sul parquet. Ulteriore elemento di confusione: il giocatore più produttivo del roster, Nikola Vucevic, è in scadenza di contratto e gioca nello stesso ruolo del rookie Bamba. Prendere una decisione, più prima che poi. Quanto a Bamba, 1.6 stoppate in appena 20 minuti di media. Per 36 minuti, farebbero 3 stoppate nette.

Philadelphia 76ers, 6 vinte e 5 perse. Nona miglior difesa della lega ma, pur con  Embiid a pieno regime, venticinquesimo attacco. Ventiquattresima per percentuale dal campo e ventiduesima per percentuale da 3 punti. Avvertita l’assenza, quanto a produzione perimetrale, di Belinelli e soprattutto Ilyasova. Saric in uno slump tremendo, 23% da 3 punti su 5 tentativi a partita. Difficoltoso, a dir poco, l’impatto di Fultz con il resto della squadra. Wilson Chandler non ancora pervenuto.

New York Knicks, 3 vinte e 8 perse. Sedicesima difesa e ventiduesimo attacco. Hardaway miglior marcatore a 23 punti di media. Segue Kanter a 15 con quasi 12 rimbalzi di media. Però, parlando di attacco, Ntilikina sembra il giocatore più timido/spaesato dell’intera lega. Hezonja, invece, disinibito ed improduttivo. Le buone notizie arrivano dal trio Dotson-Vonleh-Trier. Puro Fizdale style.

Milwaukee Bucks, 8 vinte e 2 perse (a Boston e Portland). Quinto miglior attacco e seconda miglior difesa. Prima per triple segnate a partita (15.6) e per triple tentate (41.1) e quarta per percentuale da 3 (38%). Terza a rimbalzo (53.3) e sesta negli assist (26.4). Prima per percentuale dal campo concessa agli avversari (appena il 41,6%). Il nigeriano di Grecia sta viaggiando alle seguenti, modiche, cifre: 26 punti, 13 rimbalzi, 6 assist ed il 54,4% dal campo. Tutto questo, pur essendo in ulteriore regressione nel tiro dalla lunga: sta tirando il 9% da 3. Il 9%. Compensano e soverchiano le percentuali da 3 di Middleton (48%), Brogdon (42%), Brook Lopez (38%, su quasi 7 tentativi), Ilyasova (39%), Snell (50% !!).

Washington Wizards, 2 vinte e 8 perse. Ventiquattresimo attacco e terzultima difesa della lega. Mood: perenne crisi isterica. Wall e Beal non si amano. Wall è il problema. No, Porter è il problema. Howard è mezzo rotto e parla troppo. Kelly Oubre ha il carattere polemico/aggressivo che ha. Il GM capisce poco. Allora il proprietario pure meno, visto che non lo licenzia. Scott Brooks è depresso. Assai.

Toronto Raptors, 10 vinte ed 1 persa. Sesta miglior difesa Nba e terzo miglior attacco. Quinta a rimbalzo, seconda negli assist, quarta nelle palle recuperate e quarta nelle stoppate. Quarta pure nella percentuale dal campo (49,2%) e quarta pure nella percentuale dal campo concessa agli avversari (appena il 42,9%). Coach Nurse sembra aver trovato la quadra subito . Risolto in maniera magistrale il dualismo Valanciunas/Ibaka: partenze in quintetto alternate e tutti coinvolti. Ibaka rigenerato: nelle ultime due contro Lakers e Jazz, 23/25 (!!) dal campo. Leonard dominante nelle 7 partite sin qui giocate. Ma anche senza di lui, si segna e difende in allegria. Siakam in ascesa, ai due lati del campo- pur tirando il 18% da 3 punti. Quanto al generale in campo, Kyle Lowry: *

Steve Nash first 11 gms / ’04-05 MVP season: 35.9 MPG

16.2 PPG

57.1 FG%

45.9 3P%

11.6 AST

3.5 REB

3.8 TOV

11.4 +/-

9-2 Record

Kyle Lowry first 11 gms / ’18-19 season: 33.9 MPG

17.9 PPG

50.0 FG%

40.8 3P%

11.5 AST

4.5 REB

2.8 TOV

13.2 +/-

10-1 Record

**alternate basketball court that will be used for 14 Miami’s “Vice” Nights this season, beginning with game on Friday.

***al 6 novembre, i Warriors in attacco…

 

 

Commenti
Caricamento...
Inline
Inline