Segnala a Zazoom - Blog Directory

Norme “vaghe”, Colletti replica: “Solo degli idioti…”

Il parlamentare del Movimento 5 stelle, Andrea Colletti, sta facendo parlare di se in queste ore in virtù di un termine pronunciato all’interno del suo intervento alla Camera.

Relativamente alle critiche di PD e Forza Italia, sempre più compatti nei lavori di opposizione, Colletti ha risposto con un post su Facebook.

In primis ha sottolineato la materia del suo intervento:

“Di scambio elettorale politico mafioso me ne sono occupato la scorsa legislatura e me ne sono occupato anche quest’anno (infatti una mia proposta di legge è abbinata a questa approvata).
L’obiettivo della norma è ovviamente condivisibile: aggravare le pene ed allargare le ipotesi di comportamenti che rientrano nella fattispecie. Ma, stante i condivisibili obiettivi, il rischio è che poi la scrittura delle norme porti a risultati opposti.
Ed è per questo motivo che ho voluto discutere e porre in votazione due emendamenti.
Nel primo facevo ritornare la norma alla primigenia fattispecie del 1992 che, nel tempo, ha trovato unanimità di risposte nella magistratura per ciò che riguardava il dolo ed i comportamenti da sanzionare. Infatti la norma così come approvata potrebbe addirittura portare ad un restringimento della punibilità con una evidente eterogenesi dei fini.
Con il secondo emendamento invece andavo a modificare il terzo comma prevedendo un’aggravante che non dipendesse dalla semplice elezione (che potrebbe avvenire per fattori del tutto esogeni come ad esempio un sistema elettorale a liste bloccate con spartizione dei seggi in base ad una soglia nazionale) ed anche un sistema di valutazione delle pene che non fosse irragionevole rispetto all’art. 416bis, a rischio quindi di incostituzionalità”.

Nel P.S. allo stesso post, chiarisce anche il riferimento alle norme “vaghe” su cui sono intervenuti, per attaccarlo, il deputati di PD e Forza Italia:

“Nel primo intervento c’è ovviamente un refuso verbale. Laddove parlo di vaghezza ovviamente volevo dire astrattezza. Ma solo degli idioti potevano non capirlo”