Reddito di cittadinanza, Di Maio:”Lo Stato mantiene le promesse”

Durante un’intervista a Rtl 102.5, il Vicepremier Di Maio ha parlato del reddito di cittadinanza.

Da oggi è possibile presentare le domande per poter usufruire del reddito di cittadinanza, la misura di lotta alla povertà fortemente voluta dal M5S.

Sul punto è intervenuto in mattinata il Ministro del lavoro e dello Sviluppo Economico, Luigi Di Maio, che ai microfoni di Rtl 102.5 ha dichiarato:

“Oggi manteniamo una promessa: lo Stato si occupa degli invisibili, di persone meravigliose ma sfortunate che sono state alla periferia di questo Paese e dei temi politici. Da oggi 5 milioni di persone, potenzialmente, potranno accedere al reddito di cittadinanza”.

Di Maio ha sottolineato che per poter usufruire del reddito di cittadinanza a fine aprile bisogna presentare la domanda, fermo restando il possesso dei requisiti, entro tutto il mese di marzo. Il Ministro ha infatti fatto sapere:

“Le domande per il reddito di cittadinanza non si devono fare tutte oggi. Per avere il reddito a fine aprile si può fare domanda per tutto il mese di marzo presso un Caf, le Poste o online”. “Le persone dovranno spenderlo (il reddito di cittadinanza, ndr.) perché se lo accumulano sulla card, il mese dopo ne eroghiamo di meno. Questo significa che tante imprese del territorio avranno dei nuovi acquirenti, nuovi clienti”.

Il reddito di cittadinanzaci consente di cominciare a formare tante persone che oggi non hanno un lavoro e di poterle inserire nel mondo del lavoro“, ha poi aggiunto il Vicepresidente del Consiglio.

Oggi parte, assieme al reddito di cittadinanza, anche la pensione di cittadinanza. Di Maio ha fatto sapere:

“Le pensioni minime per 500 mila pensionati, quelli più in difficoltà, arriveranno a 780 euro al mese”.