Segnala a Zazoom - Blog Directory

Salta il comizio. Salvini letteralmente cacciato da Mondragone

Salta il comizio di Matteo Salvini a Mondragone. Centinaia di persone accolgono con fischi, urla e slogan il segretario della Lega venuto, – accusa qualcuno – ad alimentare gli animi già tesi. Così ben presto la protesta e gli striscioni lasciano il posto a fortissime tensioni tra manifestanti e Polizia fino alla decisione di  interrompere il comizio all’esterno dell’area dei palazzi ex Cirio.

 

“Si tratta di quattro delinquenti ma tornero’ a Mondragone – dichiara Salvini a margine della manifestazione –  volevo parlare con le persone per bene che sono tante e non meritavano quei quattro delinquenti che evidentemente preferiscono l’ illegalità e la camorra ai cittadini per bene”

 

Come sempre più spesso capita il segretario della Lega viene accolto da proteste ma anche da striscioni più o meno ironici: #SalviniVattene, “Sciacallo”. Slogan come “Non ti vogliamo” e “Odio la Lega”.oppure, “Non ha mai fatto nulla per questa terra. Siamo orgogliosi di essere terroni”.

 

Dunque per Salvini è stata veramente una giornata dura, tanto che viene annullato anche  il secondo appuntamento, era atteso (al lido Kursaal), sul lungomare della città casertana. Ad aspettarlo c’erano l’ex sindaco Giovanni Schiappa, il consigliere regionale Gianpiero Zinzi e l’europarlamentare Valentino Grant, che ha parlato di “attentato alla democrazia” in relazione alle contestazioni al leader della Lega.