La sceneggiata di Salvini contro l’UE: pretende soldi già stanziati

Salvini contro l’Unione Europea: richiede soldi già stanziati.

Il ministro degli Interni, Matteo Salvini, ha raggiunto i luoghi veneti del disastro meteorologico, dicendo:

“al diavolo le letterine, L’Europa ci dia i soldi!”.

Il popolo lo applaude, persuaso dall’idea che l’Unione Europea sia contro il nostro Paese e che ci lasci soli senza aiuto; ma l’UE ha messo in piedi dei meccanismi solidali per aiutare le popolazioni sfortunate colpite dall’esondazione dei fiumi, con tutti gli atti on line disponibili alla pubblica consultazione.

Dal 2002 infatti, esiste un fondo di solidarietà europeo che serve ad aiutare economicamente il Paese colpito da una calamità naturale. Questo fondo, denominato FSUE, è già intervenuto in numerosi disastri e il maggior beneficiario è stata proprio l’Italia. Dalla sua costituzione il fondo ha erogato circa 2, 5 miliardi all’Italia su un totale di 5,2 miliardi.

Inoltre, un anno fa è stata approvata una risoluzione per la costituzione di un sistema integrato di protezione civile con dotazioni proprie che vada ad affiancarsi e sostenere finanziariamente le misure prese dai Paesi membri. Questo sistema è denominato RescUE che oltre a occuparsi delle emergenze, mette in atto, in accordo con gli Stati, misure di prevenzione.

In più, pare che il governo abbia rifiutato un prestito stanziato dalla BEI, destinato alla messa in sicurezza del territorio.

Commenti
Caricamento...
Inline
Inline