Segnala a Zazoom - Blog Directory

Salvini imbavagliato e ostaggio delle BR. “Non mi fanno paura”

Matteo Salvini ha denunciato con un post sul suo profilo Facebook la foto pubblicata dalla pagina “Vento ribelle”, che lo ritrae in un fotomontaggio, imbavagliato come Aldo Moro, davanti al simbolo e alla scritta delle Brigate Rosse.

“Incredibile. Questa è vera violenza. Non mi fanno paura, mi danno ancora più forza: andiamo a governare!”.

Dopo la denuncia del leader della Lega, il post, pubblicato su Facebook dalla pagina “Vento Ribelle” è stato rimosso. Solidarietà e indignazione per l’accaduto da parte di diversi esponenti politici. Il leader del Carroccio ha inoltre annunciato l’intenzione di denunciare l’autore del post.

“Attendo reazioni scandalizzate come quelle dei giorni scorsi dove è stato detto tutto e il suo contrario su episodi di presunta violenza. Mi auguro che dopo tante chiacchiere sulle fake news e la violenza su Facebook partano indagini vere e approfondite sull’autore di questo gesto”.

Intanto, messaggi solidarietà per il leader della Lega arrivano da diversi esponenti del mondo politico.
Giovanni Toti, presidente della regione Liguria e consigliere politico di Silvio Berlusconi, in commento al becero fotomontaggio che rievoca lo scatto della prigionia di Aldo Moro, ha scritto su Twitter:

“Solidarietà all’amico Matteo Salvini. La violenza e’ sempre inaccettabile. Il web non puo’ diventare un luogo di odio!”

Il responsabile Sicurezza del Pd, Emanuele Fiano, ha invece dichiarato:

“A nome mio e del Pd rivolgo piena solidarietà a Matteo Salvini per il violento quanto indegno post che e’ apparso su Fb. Ricordi di un sanguinario passato terroristico sono da condannare con forza. Le autorità facciano piena luce su un gesto grave, visto che il web non può e non deve essere terreno di caccia incontrastato per sostenitori di diversi estremismi”.

Il post, datato 3 dicembre, è stato rimosso e non è più visibile sul social network.