Segnala a Zazoom - Blog Directory

Tav, si infuria Di Maio: “Da Salvini serve serietà”

Tav, si infuria Di Maio: “Salvini non violi il contratto di governo, serve serietà”.

Il vicepremier e leader del M5S, Di Maio, reagisce duramente alle parole di Salvini e non nasconde la tensione tra M5S e Lega sulla Tav:

“Quando su tre, due la pensano in un modo, io e Conte, poi non decide solo uno, altrimenti avremo problemi in futuro”

afferma in conferenza stampa.

Poco dopo, il sottosegretario, Stefano Buffagni arriva a parlare di

“crisi aperta”

l’obiettivo è il leader del Carroccio, che

“ha messo in discussione il governo legandolo al tema Tav”.

Farlo è un paradosso,

“qualcosa di assurdo”.

L’invito è alla

“serietà”

perché nel M5S nessuno finora ha messo in discussione provvedimenti come la legittima difesa a differenza della Lega che invece sta puntando i piedi in merito alla questione Tav, opponendosi allo stesso contratto di governo. Di Maio  parte proprio dal contratto per il suo “sfogo” perché è l’atto fondamentale che ha permesso la nascita del governo e che:

“noi abbiamo sempre rispettato. E vogliamo che si faccia altrettanto”.

E aggiunge:

“Non puoi vincolare lunedì i soldi degli italiani per un’opera che si deve ridiscutere. Prima ridiscuti e poi decidi cosa fare dei soldi”.

Un nuovo slittamento è inaccettabile, perché nel weekend si

“deve”

trovare una soluzione politica, prima ancora che tecnica. Il ragionamento sembra essere che bisogna essere d’accordo sulle decisioni. D’altronde l’analisi costi-benefici ha parlato chiaro, convincendo anche il premier Giuseppe Conte. Prima di interloquire con la Francia, però, bisogna risanare la situazione.