Segnala a Zazoom - Blog Directory

Terrore sul bus, Di Maio: “Militare rischia la vita per salvare anche l’attentatore”

Di Maio parla di quanto accaduto a Milano sul Bus del terrore e del valore che hanno dimostrato i carabinieri; spera che possano ispirare i bambini e continua: “I militari hanno rischiato la vita anche per l’attentatore”.

Quanto accaduto a Milano, sul bus che trasportava 51 bambini con gli insegnanti, è un fatto gravissimo e molti sono i messaggi lasciati dai politici sulla situazione. Il vicepremier e ministro, Luigi di Maio, parla dell’accaduto ed elogia i carabinieri:

“Non un gruppo super eroi, ma carabinieri addestrati anche per sventare un attentato stragista”.

Lo dice nel corso dell’incontro a Roma con i carabinieri della compagnia di San Donato Milanese. Prosegue ringraziandoli e afferma:

“un’Italia che sa reagire di fronte a tutte le sfide anche quelle che sembrano impossibili. Siete il simbolo di questo Paese, del bello che c’è nel cuore degli italiani rappresentato degnamente dall’Arma dei carabinieri. Un modello che spero possa ispirare qualcuno dei 51 bambini a diventare un carabiniere”.

Ci tiene, poi, ha specificare che:

“L’atto portato avanti da voi, ha testimoniato ancora una volta come i Carabinieri e le forze dell’ordine in Italia e all’estero, lavorano per la sicurezza di tutti i cittadini. Questi ce lo avete ricordato con il gesto e l’operazione dell’altro ieri che ha mostrato coraggio in un’azione rapida e tempestiva che ha salvato 51 bambini, gli insegnanti, la collaboratrice scolastica e anche – non voglio essere frainteso – la vita dell’attentatore, dimostrando una grandissima professionalità perché questo fanno i nostri militari: tutelano il bene più importante, la vita, rischiando la propria”.

Vuole, con le sue parole, rimarcare la professionalità e la lucidità mostrata dai carabinieri nell’aver sventato la strage.