Altro che Catalogna libera. In fuga i leader politici

L’ex presidente della Generalitat catalana è in Belgio insieme a quattro consiglieri, ipotesi asilo politico

Il sogno alla fine si è trasformato in incubo. Il presidente destituito deella Generalitat catalana Carles Puigdemont è fuggito in Belgio insieme a quattro dei suoi consiglieri : Joaquim Forn, Meritxell Borrás, Dolors Bassa, Antoni Comín.

Il viaggio verso il Belgio ha caratteristiche cinematografiche: prima in auto fino a Marsiglia, per poi prendere un volo direzione Bruxelles.

Su Carles Puigdemont pesano accuse di ribellione, sedizione e malversazione.

La conferma della presenza in Belgio arriva da Paul Bekaert, avvocato specialista in diritti umani. Ancora in dubbio le intenzioni dell’ex presidente riguardo alla probabile richiesta di asilo politico.

Appare ormai scontato che ad assumere la difesa di Puigdemont sarà appunto Paul Bekaert, legale che in passato h già difeso diversi membri dell’ETA fuggiti in Belgio per chiedere asilo politico.

Si pensa che il Belgio non sia stato scelto a caso in quanto forte sarebbe il collegamento tra i catalani e l’Alleanza Neo-fiamminga, probabili alleati in una presa di posizione direttamente nei confronti di Bruxelles in chiave europea.

Staremo a vedere. Intanto il governo di madrid si mostra sereno in quanto l’obiettivo di Rajoy era l’assenza di Puigdemont al Palau de la Generalitat.