Carige, possibile conflitto di interessi: Conte era consulente di Mincione

Il premier Giuseppe Conte al centro di un’interrogazione parlamentare

Nell’ambito dell’operazione  Banca Carige sorge il sospetto di un conflitto di interessi a causa della vicinanza del premier Conte al banchiere Raffaele Mincione, socio della banca.

Il PD è chiaramente sul piede di guerra. Queste le parole di Luigi Marattin:

La domanda è molto semplice:  quando il Consiglio dei ministri ieri sera ha votato il Salva Carige, il presidente Conte è uscito dalla sala, come si dovrebbe fare quando vi è fondato sospetto di possibile conflitto di interesse?

Gradita risposta.

Se non arriva, provvederemo a inviare la domanda per vie ufficiali.