News, Informazione, Politica

Legge elettorale, Di Battista attacca: “Tirate fuori un po’ di orgoglio!” [VIDEO]

Continua la protesta del M5s contro la fiducia al Rosatellum Bis. Di Battista attacca, bisogna tirar fuori orgoglio e dignità: “Renzi non vi ricandiderà!”

«Ma non vi vergognate un po’? Voi avete votato una legge incostituzionale ed anche oggi ci mettete la fiducia.»

Attacca molto duramente il deputato M5S Alessandro Di Battista rivolgendosi ai colleghi nel corso della dichiarazione di voto sulla fiducia all’articolo 3 del “Rosatellum Bis“. Critica il loro orientamento. Critica il perché del loro orientamento. Non usa mezze misure.

«Io non so come andrà, perché c’è un voto segreto. Posso soltanto dirvi che siete tutti cambiabili facilmente. A parte un piccolo manipolo di lacchè di Renzi, vi sacrificheranno, vi cambieranno. Avallerete la richiesta del vostro partito, ma non sarete ricandidati! Quindi, questo è il momento di tirar fuori un minimo di orgoglio e di dignità!»

Bisogna tirar fuori dignità e coraggio, secondo il deputato. Il coraggio di essere coerenti, rischiando di perder “qualche seggio in più”.

«Vi state comportando come i renziani qualsiasi. Guardatevi un po’ dentro. Tutto questo per qualche seggio in più? Avete perso milioni di cittadini che si sono sentiti traditi. Questa è la verità. E avete gli occhi bassi perché vi dico la verità!»

Tira in ballo il popolo, i cittadini, non solo quelli del Movimento, ma tutti i cittadini che si sono sentiti traditi. I cittadini che sono in piazza a protestare, ma anche quelli che a votare non vanno proprio più.

«Voi arroccati in questo palazzo e fuori un popolo che protesta. E non ci sono soltanto cittadini del M5s, ci saranno anche cittadini che hanno smesso di votare. Giustamente voi li allontanate dalla politica. Però penso pure che sia un vostro gioco: più i cittadini sono lontani dalla politica, più la politica sarà soltanto roba vostra. Voi temete un popolo informato, perché più il popolo è ignorante, più lo potete manipolare.»

Poi, Di Battista conclude con un messaggio di “speranza”:

«C’è ancora una possibilità di andare contro questi diktat che vi vengono dati e di tirar fuori un minimo di orgoglio!»

Commenti

commenti