Napoli Primavera: Palmieri, Sgarbi e Perini piegano l’Udinese

Vittoria all'ultimo respiro per i ragazzi di mister Baronio

Coincidenze del calendario, nella mattinata di sabato si era disputato il match tra Udinese e Napoli valido per la quinta giornata del campionato Primavera 1. Primavera azzurra da quest’anno affidata a Roberto Baronio e schierata in campo con il 3-4-1-2:

                                                    Idasiak
                              Zanoli            Senese            Perini
             Mezzoni           Lovisa                Marino        Zedadka
                                                 Gaetano(c)
                                 Palmieri                           Sgarbi

Napoli in campo senza fuori quota. Otto ragazzi del 2000, due ragazzi del 2001 in Lovisa e Sgarbi e addirittura un elemento del 2002 nel portiere polacco Hubert Idiasak, sedicenne nato il 3 febbraio del 2002 (*volendo usufruirne, si possono utilizzare sino a tre fuori quota: due nati tra il 1° gennaio 1999 ed il 31 dicembre 1999, ed un fuori quota libero da ogni vincolo).

Buon primo tempo degli azzurri che difendono abbastanza ordinatamente per poi ripartire con rapidità e sorprendere la difesa friulana. La prima grande occasione della partita è però dell’Udinese ma un grande intervento di Idiasak su tiro ravvicinato di Kubala nega il vantaggio ai friulani. Al 7° vantaggio azzurro con una gran ripartenza nobilitata da una giocata di Gaetano che di tacco fa da sponda per Palmieri il cui non irresistibile tiro sorprende il distratto portiere Gasparini. 18° minuto, Napoli vicino al raddoppio: iniziativa personale di Gaetano, difesa friulana in affanno, Sgarbi fa da sponda per Palmieri il cui sinistro finisce di poco fuori. Al 27° raddoppio dei giovani azzurri al culmine di una notevole azione di disimpegno che coinvolge Zedadka, Perini, Marino, di nuovo Zedadka e poi Idiasak. Alla fine Idiasak trova Gaetano che alza la testa e lancia Palmieri sulla destra: Mezzoni attacca il primo palo mentre Sgarbi va sul secondo. Palmieri sceglie, correttamente, di premiare il suo compagno di reparto e serve a Sgarbi una gran palla da spingere in rete. 2 a 0 Napoli. Al 41° Gaetano vicino a chiudere la partita ma Gasparini di piede mette in angolo. Sarebbe un primo tempo quasi perfetto per il Napoli ma il veleno è purtroppo nella coda. Allo scoccare del 45° minuto su di una punizione battuta lenta verso l’area di rigore del Napoli, Senese si perde Coulibaly (uno dei due fuori quota dell’Udinese) e la partita si riapre.

Nell’intervallo Baronio sostituisce Marino con il cipriota Mamas. Centrocampista per centrocampista. E proprio Mamas al 55° sugli sviluppi di un calcio di punizione colpisce il palo con una soluzione acrobatica bella e sfortunata. Invece del 3 a 1 del Napoli, arriva il 2 a 2 dell’Udinese. Al 57° prove generali di pareggio ma Idiasak nega a Compagnon la gioia del goal. Gioia soltanto rimandata. Al 65° dopo una splendida azione ed una quindicina di passaggi Coulibaly imbecca Compagnon per la rete del 2 a 2. Un’azione, diciamo, molto sarriana. Davvero. Subito il pari, in vista dell’impegno di Youth League, Baronio cambia Palmieri con Negro. Anche qui, una punta per una punta. Meno talento ma più stazza. Al 75° tentativo di suicidio del francesino Zedadka che manda l’Udinese in porta ma Compagnon spreca sull’uscita di Idiasak. All’81° Gasparini nega a Gaetano il goal deviando in angolo con le dita il destro incrociato del capitano azzurro. Baronio esaurisce i suoi 5 cambi mandando in campo pure Casella, Esposito ed Energe. L’Udinese trova ancora il tempo di sprecare un’occasione per il 3 a 2 graziando il Napoli. E così il Napoli ringrazia ed al 92° trova sugli sviluppi di un calcio piazzato il goal della vittoria con Perini che di testa insacca il match-ball.

Per il Napoli è la terza vittoria in 5 partite di campionato. 9 punti conquistati contro Milan, Empoli ed appunto Udinese. Le due sconfitte sono invece arrivate in Sicilia per mano del Palermo e a Frattamaggiore per mano della Roma. Delle 6 reti realizzate, tre portano la firma di Ciro Palmieri, due quella di Lorenzo Sgarbi ed una quella di Filippo Perini.

Il Napoli Primavera di Baronio tornerà in campo mercoledì pomeriggio alle ore 16 a Parigi per il terzo turno di Youth League contro i pari età del Psg. Sino ad ora, due pareggi per 1 a 1. Rete di Senese a Belgrado nella prima partita del girone per il momentaneo vantaggio azzurro. Contro il Liverpool, invece, rocambolesco pareggio di capitan Gaetano al 94° di una partita di sofferenza contro uno dei più ricchi vivai d’Europa.

Commenti
Caricamento...